Profondità di Campo e Apertura in Fotografia

1. Introduzione all’Apertura dell’Obiettivo
L’apertura è un aspetto fondamentale degli obiettivi fotografici, seconda solo alla lunghezza focale per importanza. L’intervallo di apertura di un obiettivo controlla non solo la quantità di luce che entra, ma anche la profondità di campo. Ad esempio, un obiettivo con un’apertura di 1.4 offre una profondità di campo molto ridotta, influenzando sia le aree a fuoco che quelle sfocate nell’immagine.

2. Comprensione della Relazione tra Apertura e Profondità di Campo
Con il variare dell’apertura, cambia anche la profondità di campo: diaframmi più chiusi come f/22 offrono una maggiore profondità, mentre aperti come f/1.4 ne offrono meno. Questo concetto è visivamente  aiuta a comprendere come le varie impostazioni influenzino l’immagine finale.

3. Confronto tra Diverse Aperture in Obiettivi Canon
Prendendo in esempio tre obiettivi Canon (50mm f/1.2, f/1.4, f/1.8), impostati tutti a f/2.8, la loro esposizione e profondità di campo saranno uguali. Questo perché l’apertura effettiva utilizzata è la stessa, indipendentemente dalla massima apertura dell’obiettivo.

4. Importanza dell’Apertura Massima in un Obiettivo
L’apertura massima, indicata spesso come 1:1.4 o 3.5-5.6 nei zoom, è cruciale nella scelta di un obiettivo. Obiettivi con un’apertura massima fissa lungo tutto lo zoom sono preferibili per la loro costanza in termini di esposizione.

5. Calcolo dell’Apertura e il Suo Impatto sul Prezzo
Il calcolo dell’apertura, come 50mm diviso 1.4, determina la dimensione effettiva dell’apertura dell’obiettivo. Questo fattore incide direttamente sul prezzo: aperture più grandi tendono a costare di più.

6. Aperture e Zoom in Fotografia di Viaggio e Ritratti
Gli obiettivi f/4 sono ideali per fotografia di viaggio e paesaggistica, offrendo un buon equilibrio tra peso, dimensioni e qualità dell’immagine. Gli obiettivi f/2.8, preferiti dai professionisti, sono ottimali per fotografare persone e eventi, grazie alla loro capacità di gestire situazioni di scarsa illuminazione e movimento.

7. Obiettivi Prime per Condizioni di Luce Difficili
Per situazioni di scarsa illuminazione, come concerti o palestre, gli obiettivi prime con aperture da f/1.2 a f/2.0 sono essenziali. Questi obiettivi specializzati offrono una profondità di campo estremamente ridotta e sono ideali per ritratti e situazioni di bassa luminosità.

8. Vantaggi degli Obiettivi ad Apertura Elevata
Gli obiettivi con apertura elevata permettono una maggiore velocità dell’otturatore, ISO più bassi e una migliore qualità dell’immagine. Sono inoltre dotati di migliori motori di messa a fuoco e, in molti casi, di una costruzione più robusta con sigillatura per la protezione dalle intemperie.

Conclusione
Capire l’apertura e la profondità di campo è cruciale per ogni fotografo. La scelta dell’obiettivo giusto può influenzare significativamente lo stile e la qualità delle tue fotografie, soprattutto in situazioni di luce difficile o per ottenere quell’effetto di sfocatura artistica tanto ricercato.

Il valore f, significato

  • L’apertura di un obiettivo è indicata dal suo numero f, che è il rapporto tra la lunghezza focale dell’obiettivo e il diametro dell’apertura effettiva attraverso cui passa la luce. Per esempio, prendiamo un obiettivo con lunghezza focale di 50mm e un’apertura massima di f/1.4. Il numero f di 1.4 indica il rapporto tra la lunghezza focale dell’obiettivo e il diametro dell’apertura.
  • Per calcolare il diametro effettivo dell’apertura, si divide la lunghezza focale per il numero f. Nel nostro esempio, si divide 50mm per 1.4, che dà circa 35.7mm. Questo significa che, quando l’obiettivo è impostato su f/1.4, l’apertura attraverso cui passa la luce ha un diametro di circa 35.7mm.
  • Questo calcolo è importante perché il diametro dell’apertura influisce sulla quantità di luce che può entrare nell’obiettivo. Un’apertura più ampia (un numero f più piccolo) permette di far entrare più luce, il che è utile in condizioni di scarsa illuminazione o per ottenere una profondità di campo molto ridotta, creando quel bello sfondo sfocato noto come bokeh. Al contrario, un’apertura più piccola (un numero f più grande) riduce la quantità di luce che entra, aumentando la profondità di campo, rendendo più elementi dell’immagine a fuoco.
  • Il diametro dell’apertura è un fattore chiave nella progettazione degli obiettivi. Obiettivi con un’ampia apertura massima (come f/1.4) sono generalmente più costosi e complessi da produrre rispetto a quelli con aperture più piccole (come f/2.8 o f/4), poiché richiedono lenti di dimensioni maggiori e un design ottico più sofisticato per gestire la maggiore quantità di luce che entra.